Sciamanesimo delle Donne

ispirato agli insegnamenti di Ute Schiran

CORSI E SEMINARI

Non troverai foto di me in cerchio e/o di donne in cerchio e/o al lavoro sciamanico in questo sito. Ritengo troppo intimo l’immensa meravigliosa potenza e bellezza che si crea, non trasmettibile, non idonea a essere riprodotto in foto per motivi di promozione. Non c’è via se non viverlo.

Durante i Cerchi di Donne, gli incontri e il percorso triennale sciamanico per donne, mi appoggio sul repertorio acquisito attraverso la ricerca oramai trentennale e sull’accoglienza di ciò che si manifesta nel momento, nel luogo e nelle donne che ne fanno parte.

La mia proposta di esplorazione sciamanica dell’essere Donna con le sue facoltà e modalità specifiche si sviluppa dalle ispirazioni ricevute durante la formazione sciamanica con Ute Schiran a partire del 1990.

Salvo imprevisti questo corso è pieno visto che mi piace lavorare in cerchi contenuti. Accolgo con piacere il tuo interesse per creare insieme la data per l’inizio del prossimo ciclo!

Nel percorso triennale sciamanico per donne succedono tante cose. Si tessono legami profondi, creiamo insieme un linguaggio che corrisponde al nostro vissuto magico di donna astuta, divertita, anarchica, e in alleanza con le donne.

Succede che si ridefiniscono tanti dei paradigmi che sembravano scontati, che mi confinavano in un ruolo e una dimensione in cui magari mi sono adagiata ma forse non ci stavo mai bene davvero.

Succede che possa riconoscere in me, attraverso le pratiche e riflessioni ma anche attraverso la presenza e le condivisioni delle altre, rabbie, paure, dolore, ma altrettanto competenze, sapere, facilità, gioia, sensualità, estasi.

Succede che, piano piano partendo da noi stesse, cambiamo il mondo. E succede davvero, lo vedo con ogni donna che Danza sulla Soglia e con tante altre nella contemporaneità dell’interconnessione, lo vedo negli eventi del mondo….

Troveremo modo di sintonizzarci con le nuove informazioni, le nuove frequenze presenti a livello umano e oltre, arrivate con questo momento storico estremamente particolare del CoronaVirus, con tutte le conseguenze di cui forse possiamo vedere solo le prime tracce. Bisogna mettersi nel Cerchio delle Donne e re-imparare di essere forza elementale, re-definire potere, amore, morte, vita, sicurezza, protezione, guarigione… per trovare nuove formule collocate nell’abbondanza e nella collaborazione offerte – SEMPRE! – dalla Natura, dall’Amore Cosmico.

Bisogna re-imparare la COMUNICAZIONE MAGICA con l’essenza da cui si forma ogni manifestazione materiale e immateriale, bisogna ritrovare – riconoscendoci nell’essere infinitamente traumatizzate e nel nostro profondo e immenso sapere astuto, sensuale e compassionevole – l’alleanza fra donne.
Solo da questo potranno nascere alternative di vita comunitaria, dalla comunanza con ogni espressione della vita.

Noi ne siamo custodi, ri-cordiamoci. Formiamoci.

Il percorso triennale sciamanico per donne LA DANZA SULLA SOGLIA dona la conoscenza delle proprie competenze sciamaniche e strumenti di perspicace attenzione alle impostazioni patriarcali – quelle interiorizzate, quelle che troviamo nella nostra quotidianità, nelle nostre relazioni, nella scarsità che determina il capitalismo, nelle paure che regnano spesso il proprio agire… Nel Cerchio di Donne ritroviamo un fluido che per lungo tempo non sapevamo neanche di averlo perso, un fluido di amorevole inesorabilità, di equi-Valenza, di intento condiviso per il benessere del Tutto.

Insieme creiamo il linguaggio che contiene UN NUOVO NORMALE: un normale in cui la Terra è riconosciuta e rispettata come dispensatrice di vita e morte, in cui la donna è fulcro delle comunità in quanto portatrice della ciclicità, in cui il regno immateriale è incluso nella contemplazione sul benessere del Tutto

per ogni ulteriore info: Sofie 339 5293944, ladanzasullasoglia.com

Ute Schiran mi è stata una maestra sciamanica. Nel settembre 2013, al giorno del suo compleanno, ha varcato la soglia verso l’immateriale.
La sua presenza è viva come i suoi occhi.
Esprimo la mia infinita gratitudine per la sua presenza nella mia vita. Mi ha indicato delle vie al di là della follia distruttiva della “normalità” conosciuta, mi ha sfidata,
annientata nelle mie impostazioni patriarcali, mi ha accolta e abbracciata nei traballanti tentativi di ri-trovare autenticità.
Grazie.

per leggere le sue parole: “Sulla Battigia del Tempo” di Ute Manan Schiran

Lo Sciamanesimo delle Donne
è una spiritualità della Terra e dei ritmi universali della Vita che coltiva l’Essere in Contatto e il poter comunicare con le manifestazioni materiali e immateriali. La sua considerazione della situazione politica, socio-culturale e storica della donna, partendo da uno sguardo di genere e di una consapevolezza femminista, gli permette di svelare le impostazioni patriarcali nel proprio essere e oltre, attingendo gradualmente, con un lavoro continuo e determinato, ad un a gioiosa autonomia e autenticità di donna. Questa proposta contemporaneamente antica e moderna sta attualmente trovando il suo ingresso nei svariati concetti spirituali, e da poco sembra che gli viene riconosciuto anche l’indispensabilità per la creazione di concetti di convivenza basato sull’abbondanza dalla Terra e sulla decrescita felice.

Sofie con Vicki Noble 2006 al podere Talanith in Maremma

Lo Sciamanesimo delle Donne
si riferisce a fonti di donne, di ricercatrici, di sagge e selvagge di tutte le epoche. Osserva con perspicacia e vigilanza le proposte filosofiche e spirituali – nella stragrande maggioranza creati da e per uomini.
La Spiritualità Femminile
è interessata all’impoteramento – EMPOWERMENT – delle donne, delle persone, delle entità, all’autonomia e indipendenza che costituisce l’unica base sana e funzionale per una convivenza rispettosa e gioiosa in abbondanza e sintonia. Non effettua “potere su”, non agisce su un’altra persona , neanche con il consueto e “sciamanico” “IO TI GUARISCO”; crea invece le condizioni, LE CONOSCENZE, il campo e l’accompagnamento, dove desiderato, per poter decidere autonomamente un eventuale cambiamento, fornisce gli STRUMENTI per poterlo attuare e offre la GENEROSITÀ del Non-Sapere riguardo a quando e come è la modalità e il momento adeguato, lasciando la SCELTA interamente dalla parte di chi decide di affacciarsi e seguire il cammino.
Lo Sciamanesimo delle Donne
è un percorso incoraggiante e impegnativo, sereno e potente, giocoso ed efficace per iniziare il cambiamento del mondo dentro noi stesse. Riconosce l’importanza del proprio essere e agire come comportamento politico, considerandosi connessa e intessuta in un contesto più grande, sia sociale che cosmico e transpersonale.
Lo Sciamanesimo delle Donne
rivaluta la donna come detentrice del potere del FARE e DISFARE e custode della soglia fra il materiale e l’immateriale. Nella sua pratica abbina l’emergere del ricordo antico della dignità illesa della donna con la schietta analisi delle trappole odierne, e propone l’ESTASI della coscienza allargata come mezzo di dichiararsi a Servizio dell’Esistente.
Il termine SCIAMANESIMO viene usato, come altrettanto il termine MAGIA, come l’ARTE DEL CONNETTERSI e del COMUNICARE con manifestazioni della vita anche oltre al limitato ambito materiale e umano. Ciò implica di riconoscere l’infinita diversità d’essere oltre al livello percepibile dei primi 5 sensi, e quindi una gioiosa umiltà riguardo alla vita stessa e l’enigma dell’esistenza.
Lo Sciamanesimo delle Donne
permette di sentirsi parte, di essere contemporaneamente particella minuscola ed elemento determinante di un contesto vasto, enigmatico, meraviglioso. Porta inevitabilmente alla creazione di convivenze sane, dignitose, eco-compatibili, rispettose, che si ispirano alle società matriarcali storiche e attuali, mettendo al suo centro la Donna e il Cerchio di Donne come nucleo determinante che irradia luce e benessere.
Lo Sciamanesimo delle Donne
si prende il diritto del dubbio astuto, soprattutto riguardo a poltiglie esoterizzanti, definizioni maschili di spiritualità e importazioni “alla buona” da altre terre e culture. La spiritualità femminile non ha bisogno di credere: VEDE, in ogni fiore, in ogni percorso della vita il grande miracolo, senza necessità di appoggiarsi su storie umane e interpretazioni arbitrarie.