INCORONIAMOCI

Come lo vogliamo il futuro? come possiamo imMAGInare il mondo che vogliamo?

Credo che possa essere un’occasione unica per spostare la collocazione dei nostri paradigmi vitali – la sicurezza, il riconoscimento e l’amore, l’appartenenza, il divertimento, la libertà – da quelli esclusivamente o prevalentemente umani a quelli della Terra, consapevole di esserne parte, coscientemente responsabile del suo benessere per garantire il nostro.

La crisi attuale mondiale, di cui vediamo ora soltanto l’inizio visti i primi crolli di pilastri indubitabili del capitalismo patriarcale come il grezzo, la salute, il lavoro, ce l’ha portato un esserino minuscolo, anarchico, estremamente socievole e incurante di confini e sistemi politici ed economici. Come tutti i virus – di cui noi nel nostro sistema corpo siamo abbondantemente abitate/i – è portatore di innovazione ed evoluzione. E poi è un messaggero di un preciso contenuto che dice: non respiro. Soffoco.

L’arte sciamanica consiste nel comunicare. Ciò include sia la possibilità di trasmettere i propri bisogni e desideri, sia l’ascolto, l’accoglienza di ciò che ci arriva ai sensi allenati e disposti di percepire.

Solo entrando in contatto si evita di nutrire la paura, stare nella paura, creando un ulteriore nemico – che stavolta sarebbe l’altro umano, l’altra umana della porta accanto.

Bisogna “cultivare” l’Essere Parte invece, comprendersi parte inscindibile della Terra, certa/o del suo abbraccio, del suo amore incondizionato. E indiscutibilmente responsabile.

Bisogna agire da lì. Pensare da lì, sentire da lì. Sognare da lì, progettare da lì.

Prenderci cura di lei, della Terra, cui biosfera ci offre il respiro, cui fuoco ci scalda, cui suolo ci nutre e da cui acque proveniamo. Prenderci cura di lei è l’unica sicurezza che possiamo trovare. Entrare in contatto, in comunicazione, ascoltare i suoi bisogni, ritrovare la gioia nella sintonia con i suoi ritmi, la sua velocissima lentezza, la Quiete Dinamica piena di rivoluzioni. Ri-acquisire la libertà che sta nel magico fluire confluente dell’Essere a Servizio.

Proviamo a creare il nuovo normale da questo abbraccio amorevole e inesorabile, da questa appartenenza inequivocabile, da questa abbonDanza estatica, anche noi stavolta incuranti di presunti confini delle nostre abilità, del nostro M-AGIRE, anche noi stavolta estremamente socievole, permettendoci di re-inventare la comunità, l’economia, la convivenza.

Ci conviene mi sa.

Disegno di Stefania Prestopino, grazie!

SPIRITUALITà MATRIARCALE FEMMINISTA

SPIRITUALITA’ è ciò che si rivolge all’ESSENZA di ciò che comunemente è definito REALTA’.

MATRIARCALE indica la centralità della donna in quanto custode del segreto della vita e della morte

FEMMINISTA – oltre a femminile – rende il M-AGIRE azione politica con cui portare la propria presenza – connessa, divertita, determinata, sensuale, compassionevole e inesorabile – nel mondo. Contempla inoltre le condizioni di vita attuali e storiche per le donne, qui e altrove.

Sciamanesimo di Donna

SCIAMANESIMO è una cosa molto semplice e con questo simpaticamente anarchica, accessibile a tutte: l’ARTE e il DIRITTO di COMUNICAZIONE oltre i limiti dell’umano e del materiale.

SCIAMANESIMO di DONNA contempla i reami spirituali diversi e le competenze magiche diverse in quanto donna, DANZATRICE SULLA SOGLIA fra il materiale e l’immateriale.

MAGIA

è la facoltà di ESSERE PARTE, particella minuscola cruciale di un insieme immenso e meravigliosamente enigmatico, responsabile del benessere del Tutto/Niente, AMATA A PRESCINDERE nell’immersione elementale. IM-MAGI-NARE è creare realtà – materiale, psichica ed emotiva – consapevole dove è generata.